(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Praticare Sport Permette di Dormire Meglio

data di redazione: 14 Maggio 2014 - data modifica: 10 Giugno 2016
Praticare Sport Permette di Dormire Meglio

Più qualità al sonno con il movimento , l’esercizio favorisce l’effetto ristoratore

Dormire un sonno profondo e ristoratore è sinonimo di salute e star bene. E’ scientificamente provato che stancarsi durante il giorno con un po’ di esercizio fisico aiuta nel dormire sonni profondi e rigeneranti, lo studio in questione è stato condotto dalla National Sleep Foundation.

Stando ai dati raccolti su un campione rappresentativo della popolazione U.S.A., la qualità del riposo è decisamente migliore in chi non è sedentario, anche a parità di ore dormito.

Lo sport perciò non fa dormire di più, ma meglio: chi pratica un’attività fisica vigorosa come lotta, boxe, body building, wing chun, nuoto , ciclismo, corsa, ma anche moderata come yoga, tai-chi, pilates riferisce di riposare bene nel doppio dei casi rispetto a coloro che non praticano nulla. Un sedentario su due, invece, lamenta sintomi associati all’insonnia, come risvegli notturni o difficoltà ad addormentarsi.

La correlazione tra sport è sonno è molto marcata e quindi si può tranquillamente dire che l’esercizio in genere, oltre a far bene alla salute, sia davvero un toccasana per conciliare il sonno. Gli scienziati di questa ricerca consigliano ai sedentari di iniziare una qualsiasi attività fisica, come può essere anche una camminata, di almeno 15 minuti al giorno, per ottenere di notte sogni d’oro.

Altrimenti si rischia di entrare in un circolo vizioso, in quanto il 57% degli intervistati che dormono poco e male di notte, rinunciano poi di giorno a svolgere l’attività sportiva in programma per mancanza di motivazioni dovuta alla stanchezza e sonnolenza.

Alcuni medici italiani sostengono che attività sportive, svolte di sera, non favoriscono il sonno, anzi consigliano a chi soffre di insonnia di non svolgere attività sportive di sera.

Per addormentarsi occorre abbassare i toni dell’organismo e attività impegnative come la corsa, bicicletta, body building, arti marziali, stimolano il sistema vegetativo aumentando la produzione di cortisolo e adrenalina .Ma questo vale per coloro che soffrono di insonnia seriamente, per le altre persone che non hanno problemi e hanno di sera l’unico momento della giornata per fare sport, consigliamo di proseguire con l’attività. In conclusione avete un motivo in più per fare sport!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Dieta Mediterranea e Sindrome Metabolica
03 Novembre 2014

Dieta Mediterranea e Sindrome Metabolica

Grazie anche a Noci e Olio d'oliva, può Invertire la sindrome metabolica

La sindrome metabolica può essere invertita seguendo una dieta mediterranea con olio extra vergine di oliva e di noci. Questo è quanto emerso da un nuovo studio. I ricercatori hanno scoperto che una dieta mediterranea integrata con noci o olio extravergine di oliva, ha invertito la sindrome metabolica nei pazienti ad alto rischio di malattia cardiovascolare.

Yoga e mal di schiena: introduzione
01 Ottobre 2014

Yoga e mal di schiena: introduzione

Una piccola introduzione del perché questo disagio affligge milioni di persone

Perché soffriamo di mal di schiena e quali sono le strade per ottenere un miglioramento funzionale? 

Ultimi post pubblicati

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.

Il Doping Nel BodyBuilding
10 Giugno 2019

Il Doping Nel BodyBuilding

Diventare un bodybuilder professionista, di alto livello, richiede l'uso di potenti farmaci che sono collegati al malfunzionamento di molti organi del nostro corpo sino ad arrivare al decesso prematuro. Le sostanze incriminate sono gli steroidi anabolizzanti, l'insulina, l'HGH e i diuretici.