(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta dall'Esercizio Fisico

data di redazione: 08 Settembre 2015
La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta  dall'Esercizio Fisico

Una ricerca effettuata in Svizzera ha rivelato che il consumo di vitamina C può ridurre il rischio di sviluppare la broncocostrizione causata dall'esercizio.

Poiché la vitamina C è stata isolata nel 1930, è stata proposta per il trattamento di malattie respiratorie. Il Dr. Harri Hemila, ha segnalato i suoi risultati sulla rivista libera BMJ. Dopo aver fatto esercizio fisico, le vie respiratorie possono a volte restringersi gravemente e causare sintomi, come ad esempio:

  • Mancanza di respiro
  • Respiro sibilante
  • Tosse

Precedentemente conosciuta come asma indotta da esercizio, i risultati della broncocostrizione indotta dall'esercizio si traduce in un calo di oltre il 10% nel volume espiratorio forzato in 1 secondo, causato dall'esercizio. Circa 1 persona su 10 soffre di broncocostrizione indotta dall'esercizio, che colpisce quasi la metà di tutti gli atleti di sport invernali.

Nella foto sopra, la rosa canina ha 426mg / 100g di vitamina C, rispetto ai 53mg / 100g delle

arance.

E' stato rivelato che la vitamina C può ridurre il rischio di raffreddore comune tra le persone che subiscono molto stress fisico. Ciò ha indicato che potrebbe anche essere utile per le persone che fanno molto sforzo fisico.

Questo studio ha esaminato gli effetti che aveva l'assunzione di vitamina C sulla broncocostrizione causata da esercizio, utilizzando i dati di tre rilevanti studi randomizzati controllati con placebo.

Tutte le prove hanno rivelato che la vitamina C ha ridotto il calo di FEV1 di oltre il 50 per cento a seguito di un test di provocazione di esercizio. Il Dr. Hemilia ha detto che dato che le tre prove hanno portato a risultati positivi, le persone dovrebbe prendere in considerazione il test della vitamina C su base individuale per vedere se aiuta a risolvere eventuali problemi respiratori associati con l'esercizio, come la tosse o l'affanno.

Anche studi precedenti hanno trovato risultati simili. In realtà, una revisione di studi clinici controllati con placebo su vitamina C e il raffreddore comune ha concluso che la vitamina C potrebbe aiutare le persone sotto stress fisico pesante - come i maratoneti e sciatori – a ridurre il rischio di prendere un raffreddore.

29 esperimenti che hanno coinvolto 11.306 partecipanti hanno confrontato la vitamina C con placebo e hanno rivelato che l'assunzione di vitamina C non ha avuto effetto sull'incidenza di raffreddore comune nella popolazione generale. Tuttavia, le prove che hanno dimostrato la capacità della vitamina C per ridurre il rischio di contrarre il raffreddore comune sono stati quelli condotti tra le persone sottoposte a stress fisico a breve termine e corridori maratoneti. Gli autori di questo studio hanno detto che "il fallimento dell'integrazione di vitamina C di ridurre l'incidenza di raffreddore nella popolazione generale indica che l'integrazione di routine di vitamina C non è giustificata, ma la vitamina C può essere utile per le persone esposte a brevi periodi di intenso esercizio fisico ".

Riferimenti:

"Vitamin C may alleviate exercise-induced bronchoconstriction: a meta-analysis"

Department of Public Health, University of Helsinki, Helsinki, Finland

BMJ Open 2013;3:e002416 doi:10.1136/bmjopen-2012-002416

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Le 4 Migliori qualità di Té
02 Ottobre 2014

Le 4 Migliori qualità di Té

Quale tipo di té bere e perché

Il Té è la bevanda più diffusa al mondo, ovviamente dopo l'acqua. Pensate che nella sola Inghilterra se ne bevono 165 milioni di tazze al giorno. La buona notizia è che una tazza di té fa bene alla salute, poichè il té è ricco di composti salutari utili al corpo umano in tutte le sue componenti.

​Come i Dolcificanti Artificiali Influiscono Sulla Glicemia e l'Insulina
26 Febbraio 2016

​Come i Dolcificanti Artificiali Influiscono Sulla Glicemia e l'Insulina

Sostituire lo zucchero con dolcificanti artificiali è un modo per farlo. Tuttavia, alcune persone sostengono che i dolcificanti artificiali non sono così "metabolicamente inerti" come si pensava.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.