(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Frutta Oleosa e Libido

data di redazione: 20 Gennaio 2016
Frutta Oleosa e Libido

Migliorate la vostra Libido con la Frutta Oleosa

Sin dai tempi biblici la frutta oleosa è considerata un afrodisiaco. Per gli antichi Romani le mandorle erano simbolo di potenza. Per centinaia di anni i cuochi dei Re Francesi hanno arricchito la carne con frutta oleosa macinata.

La frutta oleosa è una grande fonte di proteine, grassi, minerali e fibre. Eppure, attualmente l'importanza di questo cibo naturale ricco di grassi è sminuita o addirittura ignorata.

Spesso gli atleti e i bodybuilder non si rendono conto che la frutta oleosa e i semi sono la fonte naturale migliore di certe sostanze che hanno proprietà:

  1. ANABOLICHE
  2. AFRODISIACHE

Queste sostanze note come steroli e steroline sono presenti negli oli della frutta oleosa e dei semi e nelle verdure, in piccole quantità. Evidentemente gli steroli sono componenti essenziali delle membrane cellulari, perciò mantenere dei livelli ematici sufficienti di steroli sembra necessario per avere una funzione immunitaria e ormonale efficiente.

E' stato mostrato che gli steroli e le steroline abbassano efficacemente il colesterolo e modulano le funzione delle Cellule T per le reazioni immunitarie.

Il Beta-sitosterolo, lo sterolo più importante presente in natura, è di aiuto nella conversione dell'acido linoleico nelle sue sostanze attive GLA e acido arachidonico. Ciò significa che il sitosterolo favorisce la crescita catalizzando le prostaglandine che stimolano la crescita.

Inoltre il sostosterolo può trasformarsi nell'ormone steroideo pregnenolone che può essere convertito in ormoni sessuali e androgeni.

Molti studi sugli animali e sull'uomo dimostrano gli effetti metabolici potenti degli steroli. Tuttavia gli steroli possono ossidarsi e irrancidirsi, perciò, quando mangiate la frutta oleosa o i semi, assicuratevi che siano freschi, crudi e ben conservati.

Inoltre dovreste aumentare l'assunzione di antiossidanti per prevenire le interazioni dei radicali liberi e proteggervi dall'ossidazione di queste sostanze grasse.

Gli antiossidanti migliori per questo scopo sono la vitamina E e l'acido alfa lipoico.

Mangiare frutta oleosa, specialmente le mandorle, un paio di volte la settimana può aiutarvi a spingere l'anabolismo ed attività sessuale.


Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Esercizio Fisico: L'Alleato Contro Ansia e Depressione
01 Ottobre 2014

Esercizio Fisico: L'Alleato Contro Ansia e Depressione

Migliorare il proprio stile di vita con l'attività sportiva a cura della Dott.ssa Torone

Oramai conosciamo tutti i benefici dell’attività fisica sul nostro umore e sappiamo bene come possa “svuotarci” di tutti i pensieri negativi e del nervosismo ai quali la vita quotidiana, frenetica e stressante, ci sottopone costantemente.

VIRUS ed Allenamento
01 Ottobre 2015

VIRUS ed Allenamento

Consigli per riconoscere i segnali ed evitare di ammalarsi nei periodi di allenamento intenso

Con l'arrivo dei primi freddi, a chi non è mai capitato di accusare i primi sintomi di un'influenza, oppure un raffreddore, un mal di testa o semplicemente un malessere generale ma di non stare così male da sospendere gli allenamenti?

Ultimi post pubblicati

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.

Il Doping Nel BodyBuilding
10 Giugno 2019

Il Doping Nel BodyBuilding

Diventare un bodybuilder professionista, di alto livello, richiede l'uso di potenti farmaci che sono collegati al malfunzionamento di molti organi del nostro corpo sino ad arrivare al decesso prematuro. Le sostanze incriminate sono gli steroidi anabolizzanti, l'insulina, l'HGH e i diuretici.