(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Notizie sulla Mastoplastica Additiva per il Seno

data di redazione: 08 Febbraio 2016
Notizie sulla Mastoplastica Additiva per il Seno

Il petto è una delle zone del corpo a cui la donna tiene di più, una parte del corpo che ricopre un significato estetico fondamentale per la linea femminile.

Quello che c'è da sapere è che la composizione strutturale della mammella è composta fondamentalmente da grasso e tessuto fibroso, senza la presenza di alcun tessuto muscolare; proprio per questo non esiste attività fisica capace di variare l'aspetto del seno in termini di grandezza.

Nonostante ciò però, è certo che l'aspetto generale, del seno femminile, risulterà più tonico e bello se la donna è un soggetto sportivo.

I trattamenti cosmetici possono contribuire al mantenimento dell'elasticità della pelle, soprattutto in donne che si sono "buttate" in diete dimagranti e hanno quindi perso dei chili di troppo, e il discorso non cambia anche per le donne che si apprestano a vivere una gravidanza e che andranno quindi incontro ad un fisiologico aumento dei volumi.

Ma anche le creme e i trattamenti di cui abbiamo parlato non fanno miracoli, e quindi non possono aumentare le dimensioni del seno ovviamente.

LA MASTOPLASTICA ADDITIVA

Nel caso in cui la donna non riesca ad accettare le sue dimensioni (oppure in caso di forza maggiore), l'unico rimedio è l'intervento di chirurgia plastica, e la mastoplastica additiva è tra gli interventi più richiesti in questo campo.

Al giorno d'oggi i chirurghi hanno ormai perfezionato le tecniche per inserire le protesi così da garantire la minore interferenza con la funzionalità di questa importante parte del corpo femminile, per ridurre al minimo il trauma per l'organismo e la visibilità delle cicatrici; allo stesso modo le aziende produttrici hanno studiato consistenze, forme e volumi nuovi per andare incontro alle esigenze dei chirurghi e ai desideri delle donne, selezionando materiali sempre più pratici, duraturi e compatibili con l'organismo che le accoglierà.

Esistono protesi di forme e dimensioni diverse; alcune rotonde ed altre a forma di goccia (anatomiche), più simili alla forma naturale del seno femminile.

Chi desidera una seno rotondo anche nella parte superiore (effetto push-up) dovrà optare per le protesi di forma rotonda; è importante sapere però che con il passare del tempo, in seguito all'azione continua della forza di gravità e all'invecchiamento naturale della cute, proprio la parte superiore del seno potrà svuotarsi causando una perdita di tono rispetto al risultato iniziale ottenuto.

Le protesi a goccia invece consentono di ottenere un seno dalla forma più simile a quella naturale perché seguono il contorno naturale del corpo. In ogni caso è meglio farsi consigliare dal chirurgo, infatti la forma finale dipenderà anche dalla forma e dalla struttura del proprio seno.

PROTESI A RIEMPIMENTO GRADUALE

Un particolare tipo di protesi è quello a riempimento graduale; si tratta di protesi dotate di un dispositivo che ne consente la modifica del volume dall'esterno. Le protesi vengono inserite ma rimane fuori una piccola valvola attraverso cui, gradualmente, è possibile agire per ottenere l'ingrandimento.

Raggiunto il risultato desiderato dopo qualche mese questo tubicino viene estratto.Questo genere di protesi si rivela molto utile per la tecnica endoscopica o quando è necessario ricostruire un seno oppure quando si parte da un seno molto piccolo. Riempiendo lentamente le protesi si da il tempo alla cute di espandersi senza lacerarsi.

LE DIMENSIONI

Oltre alla forma è necessario scegliere anche le dimensioni ovviamente. Nel valutare questo bisognerà prendere in considerazione non solo il volume ma anche la proiezione in avanti, la sporgenza laterale e la vicinanza dei seni tra loro. Questi elementi, contribuiscono in un insieme a rendere armoniosa tutta la silhouette. Dopo aver definito tutti questi dettagli con il chirurgo, e quindi la protesi più adatta, si può passare all'intervento vero e proprio.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Esercizio Fisico Estremo Può Portare a Sepsi o Avvelenamento del Sangue
11 Giugno 2015

Esercizio Fisico Estremo Può Portare a Sepsi o Avvelenamento del Sangue

Un recente studio, avverte dei pericoli per chi mette a dura prova il proprio fisico

I benefici per la salute apportati dall'esercizio fisico sono ben documentati, ma due nuovi studi dei ricercatori della Monash University di Melbourne, in Australia, hanno trovato che l'esercizio fisico a livelli estremi possa fare più male che bene – secondo lo studio, potrebbe portare all'avvelenamento del sangue o sipsi.

Norvegia 2016 Campionato Europeo di Sollevamento Pesi - Weightlifting
05 Aprile 2016

Norvegia 2016 Campionato Europeo di Sollevamento Pesi - Weightlifting

Campionati Europei Seniores di Pesistica che si svolgeranno a Forde (Norvegia) dal 10 al 16 aprile.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.