(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Fieno Greco e BodyBuilding, l'Anello di congiunzione fra Insulina, Ormone Gh e Testosterone

data di redazione: 23 Dicembre 2016 - data modifica: 28 Dicembre 2018
Fieno Greco e BodyBuilding, l'Anello di congiunzione fra Insulina, Ormone Gh e Testosterone

Noto anche con il nome di Trigonella Foenum Graecum, il fieno greco è una delle erbe medicinali più antiche, usata per preservare la salute respiratoria ed intestinale. 

Sembra che il fieno greco possa aumentare l'efficacia di insulina, ormone Gh e Testosterone, 3 dei nostri ormoni più anabolici. 

Recentemente la comunità medica si è interessata al fieno greco perché sempre più dati indicano che è un agente anti-diabetico poiché aumentala sensibilità all'insulina.

Ciò che interessa agli atleti è che il fieno greco contiene vari agenti anabolici per la crescita. Ad esempio contiene vari aminoacidi e saponine steroidee usati per la formazione di molti steroidi, compreso il testosterone. 

Le analisi rilevano anche la presenza di protodioscina, una sostanza chimica contenuta anche nell'ormone DHEA, che secondo la ricerca, aumenterebbe il Testosterone negli uomini anziani. 

Poiché regola gli zuccheri ematici e migliora la sensibilità all'insulina, studi suggeriscono che il fieno greco possa stimolare la crescita muscolare.

Buona parte delle nuove ricerche sulle sue proprietà anaboliche si è concentrata sull'aminoacido 4-idrossi isoleucina, un derivato dell'isoleucina che, secondo sempre più dati, migliorerebbe la capacità dell'insulina di trasportare nutrienti e sostanze come proteine, carboidrati, creatina e aminoacidi nelle cellule.

Nel fieno greco ci sono 2 sostanze che stimolano il rilascio di ormone gh: saponina del fieno greco1 e la dioscina. Il Gh, come sappiamo, a sua volta può aumentare forza, massa muscolare e sviluppo osseo, oltre a migliorare la riparazione di tessuti di muscoli e articolazioni nonché l'ossidazione dei grassi.

I Finusidi glicosidi furostanolici, altre sostanze contenute nel fieno greco, sembrano capaci di aumentare gli effetti del testosterone, in quanto sembra che questo integratore inibisca l'attività dell'aromatasi, l'enzima che converte il testosterone in estrogeni.

Dosi consigliate per una buona integrazione?

- 500-2000 mg al giorno
- 2 o 3 dosi separate
- 5 giorni su 7 (sabato e domenica stop)
- 8 Settimane
- 3 Settimane di Stop e si ricomincia il ciclo

Potrebbe interessarti l'articolo:

PIÙ TESTOSTERONE, PIÙ CAPELLI, MENO PROBLEMI ALLA PROSTATA

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

​I Fatti Più Sorprendenti Sul Testosterone
24 Novembre 2015

​I Fatti Più Sorprendenti Sul Testosterone

Mentre il testosterone agisce per costruire la massa muscolare e, come noto, contribuisce al comportamento aggressivo, c'è molto di più in questo famoso ormone.

Ginseng e Ormoni
30 Dicembre 2016

Ginseng e Ormoni

La radice di Ginseng ha fatto parte della medicina tradizionale per migliaia di anni. Due sono gli impianti che comunemente vengono chiamati ginseng. Consigliato dai medici contro diverse malattie, il ginseng esercita almeno alcuni dei suoi effetti alterando i livelli di ormoni e agendo sul modo in cui interagiscono con il corpo, secondo alcuni risultati della ricerca.

Ultimi post pubblicati

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.

Il Doping Nel BodyBuilding
10 Giugno 2019

Il Doping Nel BodyBuilding

Diventare un bodybuilder professionista, di alto livello, richiede l'uso di potenti farmaci che sono collegati al malfunzionamento di molti organi del nostro corpo sino ad arrivare al decesso prematuro. Le sostanze incriminate sono gli steroidi anabolizzanti, l'insulina, l'HGH e i diuretici.