(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

​Come Preparare i Muscoli per un Allenamento Intenso

data di redazione: 13 Novembre 2016 - data modifica: 24 Novembre 2018
​Come Preparare i Muscoli per un Allenamento Intenso

Consigli Tecnici su Come Riscaldarsi prima di un Workout con i Pesi Intenso

Sapete come preparare i vostri muscoli per un allenamento Intenso? Avete di certo sentito il consiglio comune di ”Riscaldarsi correttamente” prima di effettuare una partita o allenamento. 

Ma a cosa equivale il termine “correttamente”? Non si tratta soltanto di alcune ripetizioni tirate via effettuate durante una chiacchierata. Il riscaldamento appropriato prepara i muscoli a lavorare al meglio durante le serie di allenamento.

Molti body-builder prendono troppo alla leggera la fase di riscaldamento per poi pagarne le conseguenze. Non è assolutamente possibile arrivare in palestra e partire in "tromba" con i carichi target di allenamento, prima di tutto per una questione di salute e poi per una questione di performance che non saranno ottimali. Esistono due tipi di riscaldamento:

Warm Up Aerobico

Attività di riscaldamento di 5-10 minuti che serve ad aumentare la mobilità articolare e la circolazione sanguinea, e a riscaldare i muscoli, preparando così il corpo ad una più intensa attività cardiovascolare. Soprattutto nei mesi invernali è bene dedicare parte del nostro tempo a questa attività.

Lavoro di riscaldamento specifico per ogni esercizio

Le serie di allenamento con carichi target sono quelle che stimolano la crescita, se sono eseguite in modo abbastanza intenso. Ma per eseguirle al meglio è necessario svolgere il lavoro di riscaldamento. 

Effettuare un riscaldamento scarno è deleterio per i seguenti motivi: Il motivo numero 1 riguarda le articolazioni le quali devono essere lubrificate prima di uno sforzo intenso. Inoltre i muscoli a freddo rendono molto meno. Nel gioco faranno parte anche i tendini e legamenti i quali devono essere coinvolti nell’esercizio in maniera graduale a step progressivi.

Nel caso di uno squat a 15-20 ripetizioni, effettuare 5-6 ripetizioni con il 90% del carico sulle 15 ripetizioni, è una serie soddisfacente per preparare il fisico allo sforzo della serie target. Per quanto riguarda il lavoro sulle serie intermedie come una panca da 6 ripetizioni, basterà effettuare 3-4 ripetizioni con un carico all’85-90% del carico di allenamento.

Per moltissime persone, un’ultima serie di riscaldamento troppo leggera causa una riduzione della prestazione nelle serie di allenamento, rispetto a quanto sarebbe successo con un’ultima serie di riscaldamento pesante.

Cercare di risparmiare energie sacrificando il lavoro di riscaldamento, può ridurre la prestazione nella serie di allenamento. Un body-builder non è un ciclista, però pensate ad un ciclista che deve affrontare una cronometro breve, a tutta velocità!?

I ciclisti, prima di uno sforzo massimale, effettuano un riscaldamento sia con la bicicletta in una sorta di ricognizione tecnico-tattica, sia sui rulli, per portare il motore su di giri.

Nel body-building la questione è un po’ diversa, però è meglio effettuare qualche serie di riscaldamento in più, che qualche serie di riscaldamento in meno, abbiate l’avvertenza di riposare 3 minuti dopo l’ultima serie di avvicinamento e poi dateci dentro.

  • Esempio di Avvicinamento per un Principiante
  • Distensione su panca con serie da 6 con un carico di 70 kg
  • Riscaldamento
  • 40 kg x 6
  • 55 kg x 6
  • 65 kg x 6
  • 65 kg x 6
  • ALLENAMENTO con 70 kg

  • Esempio di Avvicinamento per un Intermedio-Avanzato
  • Distensione su panca con serie da 6 con 115 kg
  • 40 kg x 6
  • 60 kg x 6
  • 80 kg x 6
  • 100 kg x 4
  • 108 kg x 6
  • 108 kg x 6
  • ALLENAMENTO con 115 kg

Oltre a preparare il fisico il riscaldamento è un’opportunità per allenare altri aspetti come la concentrazione, l’esecuzione tecnica e la disciplina.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I Primi 10 Classificati al Mister Olympia 2015
27 Settembre 2015

I Primi 10 Classificati al Mister Olympia 2015

Chi ha vinto il Mister Olympia 2015?

Il Mr. Olympia è conosciuto come il Super Bowl del bodybuilding e chi vince può definirsi il più grande bodybuilder del mondo. Dal 1965, ci sono stati solo 13 uomini a vincere la famosa ed ambita statuetta.

Time Under Tension TUT o Tempo Sotto Tensione Muscolare
01 Ottobre 2014

Time Under Tension TUT o Tempo Sotto Tensione Muscolare

Come lo stesso titolo suggerisce, in questo articolo vi voglio parlare di uno degli aspetti più sottovalutati dal frequentatore di palestra medio.Riallacciandomi al mio articolo precedente sui tempi di recupero da adottare in base all’obbiettivo che si vuole ottenere, mi preme farvi venire a conoscenza, o ampliare quelle che sono già le vostre conoscenze, sul Time Undet Tension (TUT) ossia il Tempo Sotto Tensione.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.