(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il Bodybuilding è indispensabile per gli Sport da Combattimento?

data di redazione: 13 Luglio 2016
Il Bodybuilding è indispensabile per gli Sport da Combattimento?

Molto spesso i praticanti di arti marziali e sport da combattimento trascurano, o peggio ancora, non contemplano nei loro allenamenti il rinforzo muscolare per mezzo di sedute di bodybuilding. Per una serie di motivi a nostro avviso questo sarebbe un grosso errore, anche perchè l'allenamento con i pesi migliora notevolmente la condizione fisica dell'atleta.

Questo accade perché l'atleta si concentra maggiormente su lavori aerobici finalizzati al miglioramento della resistenza, sulle sedute di sparring e sulla tecnica, e il tempo a disposizione, sembra non bastare mai. Ma un buon lavoro di bodybuilding, se ben strutturato, può essere solo di aiuto all'atleta praticante di sport da combattimento ed arti marziali.

Ma perché è indispensabile?

Primo fra tutti e a nostro avviso un fattore innegabile è che rispetto ad altre attività, in questo caso specifico gli sport da combattimento, un lavoro di bodybuilding puro è in grado di conferire all'atleta maggiore forza e resistenza, ma è anche un beneficio per quello che riguarda la quantità di muscoli allenati.

Una delle qualità del bodybuilding infatti è quella di allenare tutti i gruppi muscolari con movimenti diversi, per massimizzarne lo sviluppo. In questo peccano moltissime attività aerobiche come la corsa per esempio, che allena principalmente le gambe, o per rimanere nel campo del combattimento il pugile, che più che altro concentra la sua attenzione sulle braccia.

In un qual modo anche la coordinazione viene migliorata, infatti i complessi movimenti multi-articolari eseguiti con la massima ampiezza sono un "classico" nel bodybuilding.

L'allenamento con i pesi inoltre è uno dei modi migliori per rafforzare la struttura ossea, e sappiamo quanto è importante questo fattore per un'atleta che combatte.

Alcuni studi hanno dimostrato come i bodybuilder hanno un contenuto osseo di minerali superiore a quello dei nuotatori e dei runner. Le parti ossee più sollecitate, come per esempio quelle che sostengono il peso del corpo infatti possiedono un maggior numero di minerali delle altre.

Anche le articolazioni beneficiano di questo tipo di allenamento. L'allenamento con i pesi infatti migliora l'integrità delle articolazioni, poiché potenzia i muscoli che le circondano. Se l'atleta attorno alle spalle ha una muscolatura possente, chiaramente pur mantenendo una buona ampiezza di movimento, avrà più forza per combattere l'avversario, maggior resistenza ai colpi e meno probabilità di farsi male.

Un allenamento regolare di bodybuilding ha anche un'effetto antistress sull'atleta; sembra che questo lavoro di rinforzo muscolare infatti conferisca a chi lo pratica uno stato di rilassamento a volte anche intenso, che si incastra perfettamente alternandolo a giorni di sparring duro e allenamenti aerobici intensi.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Arti Marziali – Se Non Hai Forza Nei Colpi Forse è Colpa Della Wi-Fi
23 Novembre 2017

Arti Marziali – Se Non Hai Forza Nei Colpi Forse è Colpa Della Wi-Fi

Wi-Fi ed arti marziali, anche i colpi senza connessione non funzionano

Molti praticanti di arti marziali, pur bravissimi ed efficaci, non sanno cos’è la connessione muscolare, più precisamente direi che non lo sanno in modo consapevole. Cos'è la connessione muscolare e come allenarla.

Taekwondo, lo spostamento in tre fasi
18 Ottobre 2015

Taekwondo, lo spostamento in tre fasi

Perché è importante conoscere il perché e come si esegue lo spostamento

Nel Taekwondo,, il controllo dipende dagli spostamenti e dalla padronanza della distanza tra noi e il nostro avversario (zona punteggio), sia in caso di attacco che in caso di difesa, aspetto fondamentale per ottenere un buon risultato sportivo.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.