(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Sacrospinale

data di redazione: 06 Ottobre 2018 - data modifica: 01 Novembre 2018
Sacrospinale

Origine, Inserzione Ed Azione

SACRO SPINALE 

Il muscolo sacro spinale è conosciuto anche come “massa comune”. Agisce con funzioni estensorie sul rachide, strutturalmente è formato dai muscoli: 

  • ILEOCOSTALE
  • LUNGHISSIMO DEL DORSO
  • TRASVERSO SPINALE
  • SPINALE

ILEOCOSTALE 

ORIGINE: 

  • Cresta iliaca 
  • Tuberosità iliaca 
  • Aponeurosi spinale (che origina, dai processi spinosi delle ultime vertebre lombari) 
  • Cresta sacrale, 
  • Tubercoli del sacro, 
  • Legamento sacrotuberoso, 
  • Tuberosità iliaca 
  • Quinto posteriore della cresta sacro iliaca. 
  • Riceve fasci anche dalle dodici coste. 

INSERZIONE: 

  • Processi costiformi delle vertebre lombari superiori 
  • Ultime 6-9 coste (m. ileocostale dei lombi), 
  • 6 coste superiori (m. ileo costale del torace) 
  • Tubercoli posteriori dei processi trasversi del tratto cervicale fra C3 e C7 (m. ileocostale del collo). 

AZIONE: 

  • Estensore della colonna. 
  • Contrazione omolaterale: inclina e ruota la colonna dal lato della contrazione

LUNGHISSIMO DEL DORSO 

ORIGINE: 

  • Aponeurosi spinale – parte interna (che origina, dai processi spinosi delle ultime vertebre lombari) 
  • Cresta sacrale 
  • Tubercoli del sacro 
  • Legamento sacrotuberoso 
  • Tuberosità iliaca 
  • Quinto posteriore della cresta sacro iliaca. 
  • Cresta sacrale laterale 
  • Tuberosità dell’ileo. 

INSERZIONE: 

  • Fasci laterali: processi costiformi delle vertebre lombari e sul margine inferiore di ogni costa fra tubercolo e angolo costale. 
  • I fasci interni: tubercoli accessori delle vertebre lombari e all’estremità dei processi trasversi delle vertebre dorsali. 
  • Area cervicale e del capo: tubercoli posteriori dei processi trasversi della 2ª-5ª vertebra cervicale. Si unisce ai lunghissimi delle rispettive regioni, 

AZIONE

  • Estensore della colonna. 
  • Contrazione omolaterale: inclina la colonna dal lato della contrazione e la ruota in direzione che dipende dai fasci coinvolti

SPINALE 

ORIGINE: 

  • Spinale del dorso: processi spinosi delle prime 2 vertebre lombari e delle ultime 2-3 vertebre toraciche. 
  • Spinale del collo: processi spinosi delle ultime 2 vertebre cervicali e delle prime 2 toraciche. 
  • Spinale della testa: processi spinosi delle ultime vertebre cervicali e delle prime toraciche. 

INSERZIONE: 

  • Spinale del dorso: processi spinosi delle vertebre toraciche, dalla 2a alla 9a. 
  • Spinale del collo: processi spinosi delle vertebre cervicali 2a, 3a e 4a
  • Spinale della testa: muscolo semispinale della testa. 

AZIONE: 

  • Estensore della colonna vertebrale.

SEMISPINALE 

ORIGINE: 

  • Semispinale del dorso: processi trasversi delle ultime 6 vertebre toraciche. 
  • Semispinale del collo: processi trasversi delle prime 6 vertebre toraciche. 

INSERZIONE: 

  • Semispinale del dorso: processi spinosi delle ultime 2 vertebre cervicali e delle prime 6 toraciche. 
  • Semispinale del collo: processi spinosi delle vertebre cervicali dalla 2a alla 5a. 

AZIONE: 

  • Estensore della testa e della colonna vertebrale 
  • Rotatore nel lato opposto della contrazione
      Scarica eBook
      Scarica eBook

      Potrebbe interessarti anche

      CORACOBRACHIALE
      02 Marzo 2019

      CORACOBRACHIALE

      Origine, Inserzione Ed Azione

      Il muscolo coracobrachiale è innervato dal nervo muscolocutaneo (C6-C7) che lo attraversa obliquamente. Contraendosi, flette e adduce il braccio.

      Classificazione Dei Muscoli
      14 Settembre 2018

      Classificazione Dei Muscoli

      I muscoli del nostro corpo possono permettere una grande varietà di movimenti ma ciò significa che, durante alcuni spostamenti, inevitabilmente due muscoli in posizione diversa ed opposta si troveranno a “competere” tra loro, uno “tirando” un segmento del corpo in una direzione e l’altro “allungandosi” per permettere lo spostamento: i due muscoli vengono rispettivamente definiti “agonisti” ed “antagonisti”.

      Ultimi post pubblicati

      Allenamento PHA
      18 Giugno 2019

      Allenamento PHA

      Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

      I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
      16 Giugno 2019

      I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

      Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.