(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Cosa sono i sistemi energetici

data di redazione: 26 Febbraio 2015 - data modifica: 17 Luglio 2018
Cosa sono i sistemi energetici

Ed in quali attività vengono utilizzati

Il sistema energetico o meccanismo esoergonico non  è altro che la modalità in cui il  vostro organismo produce l’energia durante uno sforzo.

 

La pratica del vostro sport impegna a livello fisico in modo diverso l’organismo; questo in funzione della durata e dell’intensità dello sforzo atletico.

 

Un’attività di breve durata (dai sei ai dieci secondi di lavoro continuato) utilizzano esclusivamente il sistema esoergonico ATP-CP, pertanto se siete impegnati in prove di forza e scatto dovete allenare principalmente il sistema dei fosfati altamente energetici.

Invece se la durata del vostro lavoro va oltre, la potenza espressa diminuisce e l’energia proviene principalmente da meccanismi anaerobici impegnando la via glicolitica che comporta la produzione di acido lattico.

 

Se la durata dello sforzo arriva a quattro minuti, la potenza espressa diminuisce ulteriormente, la via anaerobica perde d’importanza e subentra l’impegno del sistema aerobico con consumo di ossigeno.

 

Infine per attività prolungate il fabbisogno energetico viene coperto al 99% dal sistema aerobico.

Ora capite che se volete allenarvi per una determinata attività dovrete migliorare direttamente il meccanismo esoergonico coinvolto.

 

Praticando regolarmente una determinata attività sportiva si verificano nell’organismo degli adattamenti metabolici che permettono di ripetere gli stessi forzi con minore fatica e pertanto consentono di migliorare la performance.

 

Per spiegarci meglio, dentro una cellula muscolare è presente una bassa quantità di ATP, quindi quando questa viene consumata tramite l’attività fisica deve essere generata rapidamente.

 

All’interno del muscolo esistono tre sistemi energetici in grado di re-sintetizzare l’ATP.

 

Onguno di questi tre sistemi ha caratteristiche proprie in termini di efficienza e durata.

I TRE SISTEMI ENERGETICI

  1. Il sistema anaerobico-alattacido (o della fosfocreatina)
  2. Il sistema anaerobico-lattacido (o della glicolisi anaerobica)
  3. Il sistema aerobico (o del ciclo di Krebs)
Ogni allenamento che voi fate, ne prevale uno, due o tutti e tre questi meccanismi sugli altri a seconda della durata, dell’intensità e del carico.

 

Ad esempio:

Il sistema anaerobico-alattacido

Il sistema anaerobico-alattacido permette di risintetizzare ATP attraverso le scorte di creatinfosfato presente nel muscolo.

È un processo rapido perché richiede solo una reazione enzimatica ed è in grado di  fornire energia per periodi di lavoro fino a 6/10 secondi. Si dice anaerobico perché non utilizza ossigeno e alattacido per ché non produce acido lattico.

Sollevamento pesi e lancio del peso sono esempi di sport che utilizzano questo sistema energetico.

 

Il sistema anaerobico-lattacido

Questo interviene dopo 6-10 secondi dall’inizio dell’attività, quando cioè si esauriscono le scorte di ATP e fosfocreatina e lo sforzo si può protrarre per al massimo 3 o 4 minuti. In questo lasso di tempo il corpo produce una buona quantità di energia utilizzando il glucosio dei muscoli come fonte energetica di produzione di ATP; il prodotto di scarto di questo processo è l’acido lattico che si accumula nei muscoli e ne impedisce di continuare lo sforzo (quando i muscoli bruciano).

Per allenare questo sistema in allenamenti funzionali (functional training) vengono impiegati svariati carichi ed un numero di ripetizioni che varia dalle 6 a quelle necessarie per svolgere circa 4 minuti di un determinato esercizio o circuito.

Queste differenze sono legate al tipo di sport in cui si vuole potenziare il gesto atletico.

Con questo tipo di lavoro possiamo allenare la forza resistente, la resistenza alla forza veloce, e la forza veloce.

 

In più, dal punto di vista biochimico viene allenato il corpo a smaltire acido lattico; più sei allenato a smaltirlo, più sei resistente…

Il sistema aerobico

Il sistema aerobico è il più efficiente in caso di  sport di endurance; questo perché è l’unico in grado produrre energia per tempi prolungati oltre i 4/5 minuti.

 

Il sistema aerobico entra in funzione quando l’impegno energetico richiesto è basso e la durata è alta.

È impegnato negli sport di fondo come il ciclismo, sci di fondo e maratone.

L’utilizzo dei substrati energetici può avvenire solo all’interno dei mitocondri, unici organi cellulari in grado di utilizzare l’ossigeno per produrre ATP. Questo sistema può utilizzare come fonte energetica grassi, carboidrati e proteine ed il processo di estrazione dell’energia avviene tramite il ciclo di Krebs.

 

Per allenare questo sistema energetico fate jogging, o se volete, allenamenti funzionali con e senza attrezzi, ma a carichi molto bassi ed in continuità, per lunghe serie coinvolgendo anche distretti muscolari diversi.

Naturalmente in questo caso il carico ed il tipo di esecuzione sono adattati al tipo di sforzo.

 

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

La specificità e l’individualità nel Functional Training
12 Aprile 2015

La specificità e l’individualità nel Functional Training

Ecco perché dovete basare il vostro allenamento su questi principi

L’individualità e la specificità sono dei principi di allenamento che vi permettono di ottimizzare i risultati e di migliorare l’adattamento dal vostro allenamento.

Perché funziona il Functional Training?
16 Aprile 2018

Perché funziona il Functional Training?

Su cosa si basa il Functional training ed i motivi per i quali si dimagrisce perdendo molta massa grassa

Dimagrire con il functional training il nuovo metodo di allenamento delle palestre che sta ottenendo successo e riscontri in tutto il mondo, tornare all'antico per sfondare nel futuro

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.