(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Dobbiamo Mangiare?

data di redazione: 11 Febbraio 2016
Come Dobbiamo Mangiare?

Il modo corretto di alimentarci per evitare di essere colpiti da indigestione

Spesso ci fasciamo la testa per cosa dobbiamo mangiare, su come abbinare i cibi, sul quando mangiare e non ci rendiamo conto che è importante anche come mangiamo, in che modo ci nutriamo. Il nostro comportamento a tavola influisce sulla digestione, di conseguenza sul nostro benessere, allora ci verrà utile rispettare alcune raccomandazioni che potrebbero aiutarci a stare bene e a mangiare meglio.

1) RILASSATEVI

Sappiate che le tensioni, la collera, l'agitazione sono fattori che stimolano il sistema nervoso simpatico e di conseguenza inibiscono la digestione; quindi è fondamentale che prima di mangiare vi rilassate, che vi apprestate a sedervi a tavola con calma e tranquillità, prendendolo come momento di relax staccandolo di fatto da tutti i problemi quotidiani.

2) MANGIATE O BEVETE QUALCOSA DI CALDO

Circa 20 minuti prima di ogni pasto mangiate o bevete qualcosa di caldo, che sia una bevanda (meglio se non un caffè o qualcosa di dolce), oppure una zuppa o un brodo. Questo vi aiuterà a ridurre la quantità di cibo e la velocità con cui si mangia; la pausa di 20 minuti tra la bevanda calda e il vostro pasto permetterà al meccanismo di sazietà di attivarsi e se siete abituati a mangiare in fretta vedrete che questo comportamento vi aiuterà a pranzare con più calma.

3) NIENTE DISTRAZIONI

Chi è che non è abituato a mangiare mentre guarda la tv? Il pranzo o la cena non dovrebbero essere momenti per leggere, guardare la tv o immergersi in discussioni animate; concentrarsi su quello che si mangia, sul gusto, sul tempo impiegato e sulla masticazione sono fattori fondamentali per una buona digestione.

4) NON MANGIATE IN FRETTA

Appunto, un difetto che la maggior parte di noi non riesce a correggere. Sedetevi comodi, masticate bene il cibo, mettetevi in testa di utilizzare almeno una finestra temporale di 45 minuti per consumare il vostro pasto. Questo vi permetterà di:

  • gustarvi meglio il pasto
  • digerire meglio
  • a rilassarvi, ne trarrete beneficio per tutto il resto della giornata

Un suggerimento utile per abituarvi a mangiare piano è quello di masticare almeno 20 volte per ogni boccone, e appoggiate la forchetta o il cucchiaio mentre state masticando.

INDIGESTIONE

Se non osservate questi accorgimenti è facile che prima o poi siate colpiti da un'indigestione. I sintomi dell'indigestione comprendono gas, bruciori di stomaco, dolore, muco, pesantezza, gonfiori e malessere generale, e possono essere accompagnati da comportamenti di irritabilità, mancanza di pazienza, nervosismo, stanchezza , insonnia e depressione.

Come abbiamo già detto mangiare troppo velocemente e non masticare bene è una delle cause principali, soprattutto quei cibi come i cereali integrali che si digeriscono in parte nella bocca.

Anche i cibi sani e ben bilanciati se mangiati in fretta non si possono digerire completamente. Ma questo non è il solo motivo, l'indigestione può essere anche provocata da:

MANGIARE CIBI CHE NON SI COMBINANO BENE INSIEME; infatti le cattive combinazioni di cibo inibiscono la digestione. Non vanno assunti troppi alimentii diversi tutti insieme, specialmente quelli che vengono digeriti con velocità differenti e in parti del sistema digerente.

MANGIARE TROPPO, E TROPPO TARDI; Una quantità eccessiva di cibo è semplicemente difficile da digerire. Anche mangiare subito prima di andare a dormire è una cattiva abitudine, una digestione sana richiede tempo e movimento. Mangiare cibi più densi, contratti, che producono acidità come la carne può disturbare il sonno se ingeriti subito prima di coricarsi.

MANGIARE CIBI TROPPO ESTREMI; Gli eccessi di alcuni prodotti denominati contrattivi (carne, pesce, uova) e di altri cibi grassi rallentano il passaggio del cibo negli intestini e impediscono la digestione. I cibi espansivi (zucchero e caffè) creano iperacidità, che disturba l'apparato digerente e quindi la digestione.

MANGIARE QUANDO SI È DI CATTIVO UMORE; Quando siamo tesi, arrabbiati o spaventati il nostro sistema nervoso simpatico è eccitato; il meccanismo del "fuggi o combatti" manda il sangue e l'energia verso la periferia del corpo, inibendo così la digestione. Quando siamo rilassati invece, è predominante l'azione del sistema nervoso parasimpatico, che controlla la digestione, che quindi è facilitata.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Burro di Soia Vs Burro di Arachidi
03 Dicembre 2016

Burro di Soia Vs Burro di Arachidi

Fonti di grassi a confronto

Il burro di noci di soia è un sostituto del burro di arachidi a base di semi di soia tostati, in pratica, la soia sostituisce le arachidi nella sua preparazione. Il burro di soia è stato sviluppato in principio per quelle persone che sono allergiche alle arachidi ed alle noci. È possibile ottenere molti dei benefici nutrizionali dal burro di noci di soia, addirittura in molti casi, quest’ultimo ha un miglior apporto nutrizionale.

A colazione cappuccino e cornetto al bar?
01 Ottobre 2014

A colazione cappuccino e cornetto al bar?

niente di più sbagliato!

Per iniziare bene la giornata e concluderla ancora meglio, sul piano dell'alimentazione è buona regola partire con il piede giusto....

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.