(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Alimentazione rally

data di redazione: 26 Marzo 2015
Alimentazione rally

Cosa deve mangiare un pilota il giorno della gara

Come per tutti gli sport anche la guida sportiva, quindi il rally, comporta un esaurimento sia psichico che fisico, e questo a causa di diversi fattori quali lo stress e la durata delle competizioni, tenendo conto che spesso le gare durano alcune ore, e spesso addirittura per diversi giorni consecutivi.

 

Per la stanchezza fisica è determinante, il lavoro muscolare continuo degli arti, cioè di braccia e gambe impegnati nella guida, in posizione seduta costretta e non sempre corretta.

Proprio per queste ragioni, il pilota professionista dovrebbe essere ben allenato sotto il punto di vista della resistenza muscolare con allenamenti mirati, concentrati soprattutto all'approssimarsi del periodo di gara.

 

Dispendio calorico del guidatore

Il dispendio calorico del guidatore è di circa 1,90 Calorie per kg di peso ogni ora, di cui 1,30 Calorie di metabolismo di base, cioè a riposo assoluto, e 0,60 - 0,70 Calorie per l'impegno fisico che la guida richiede, quindi pochissimo in confronto ad altre discipline sportive come il pugilato, il nuoto o il rugby.

 

Quindi, il consumo calorico del pilota di rally è dunque relativamente basso e corrisponde, per un uomo del peso di 70 kg, a circa 133 calorie all'ora.

 

Come deve mangiare il pilota il giorno della gara?

L'essere sacrificato nella macchina da rally non facilita sicuramente la digestione, allora il problema non sarà sicuramente di tipo quantitativo, in quanto il dispendio calorico sarà basso, ma qualitativo.

 

Sarà fondamentale quindi:

non sovraccaricare l'apparato gastro-entero-epatico, così da non avere problemi digestivi

fare più pasti o spuntini, in modo da non incorrere in crisi ipoglicemiche

eliminare di fatto i cibi pesanti e difficili da digerire, per non incorrere in disturbi gastro-epatici

 

L'alimentazione più adatta, è quella iperproteica, con abbondanti quantità di frutta, insalata e verdure, con una considerevole quantità di carote, ricche di vitamina A, di cui è ben nota la specifica azione sulla vista.

 

La vera difficoltà da affrontare riguarda il tono neuro-vegetativo dell'equipaggio, che deve sostenere, fra prove e gara, giorni consecutivi di attività, con una tensione continua a livello psichico e fisico.

 

 

Esempio di alimentazione il giorno della gara

Prima della partenza, (almeno due ore prima) il pilota deve fare un'abbondante prima colazione, e se ne ha la possibilità una piccola "razione di attesa", come ogni sportivo, prima del via.

 

Durante la guida, deve consumare ogni tre ore uno spuntino iperproteico, con prosciutto magro, bresaola, formaggio e uova.

Questo spuntino deve essere accompagnato da una bevanda, in pratica un centrifugato di frutta o verdure, oppure un tè leggero zuccherato o in alternativa un caffè leggero e zuccherato.

 

Questo per assimilare un totale di 600 Calorie ogni tre ore di guida.

 

Buon allenamento da ABC

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come la Pasta può Aiutare a Dimagrire
08 Luglio 2016

Come la Pasta può Aiutare a Dimagrire

Ecco cosa rivela un recente studio sulla pasta

Chi fa sport, sa bene che la pasta, quindi i carboidrati, aumentano l'intensità di un allenamento, dando così una spinta al metabolismo che resterà alto anche nelle ore successive. Ma spesso coloro che non fanno attività fisica e vogliono perdere qualche chilo di troppo, vedono la pasta come nemica.

Come Creare il metodo Nutrizionale Perfetto
30 Giugno 2015

Come Creare il metodo Nutrizionale Perfetto

Con le risorse apparentemente infinite, è diventato sempre più difficile cifrare attraverso l'ambiente caotico di questa materia. Delineare tutti i criteri necessari per esaminare in modo efficace e completo e valutare il contenuto impartito nelle pubblicazioni è ben oltre la portata di questo post. Ma vogliamo almeno impartire qualche contesto, al fine di prepararvi meglio a prendere una decisione sufficientemente istruita durante la navigazione tra paradigmi sfuggenti.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.