(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare

data di redazione: 24 Marzo 2019
9 Disturbi Del Comportamento Alimentare

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare

La scienza riconosce al cibo non solo una funzione fondamentale per la costruzione del nostro corpo, ma anche un ruolo integrante e caratterizzante di una propria identità, del proprio modo di essere. 

Non esistono modelli alimentari uguali per tutti, ognuno ha il suo bagaglio culturale che si trascina dietro fin da bambino, dal modo in cui è stato nutrito ed educato, dalle tradizioni del luogo d'appartenenza, dal contesto sociale in cui si cresce. 

Partendo dal presupposto che non esiste un modello solo ma tantissimi modelli di "corretta alimentazione", il mondo si è riempito di finti esperti alimentari, gente che piano piano si è inculcata una mentalità talvolta estremista del proprio modo di alimentarsi, vuoi per semplice fissazione che per raggiungere risultati a livello fisico spesso irraggiungibili.

Quando il modo di nutrirsi diventa un ossessione nascono i problemi, in quanto tutte le alterazioni alimentari inducono inevitabilmente a uno stravolgimento delle risposte fisiologiche dell'organismo a seguito di un comportamento alterato e protratto nel tempo, caratterizzato proprio dal mangiare in quantità elevate o dal non mangiare affatto. 

Tra le patologie più importanti ed estreme di questo genere troviamo l'anoressia, malattia che colpisce per di più le ragazze specialmente in età adolescenziale, anche se recenti stime confermano un aumento dei casi anche in donne over 40 e nei soggetti maschi. 

Stessa cosa per la bulimia, anch'essa molto frequente e associata ai disturbi del comportamento alimentare, e contrariamente a quanto si possa pensare, ha molti punti in comune con l'anoressia.

Ma sia l'anoressia che la bulimia sono le più conosciute, ma non significa che siano le uniche e tanto meno le più comuni, esistono infatti molte altre anomalie minori del comportamento alimentare, alcune scoperte anche di recente, delle quali ancora oggi è difficile definire e delineare di preciso un quadro clinico tanto che non rientrano ancora nono sono del tutto riconosciute come disturbi psichici.

In seguito ne citiamo solo alcune, le "più comuni", quelle in cui, è più facile ritrovare dei comportamenti che molti hanno vissuto in alcuni momenti della propria vita, e che nel mondo dello sport sono più accentuate che in altri ambienti.

Non è detto che se qualcuno si riconosce in una di queste che elencheremo ne sia affetto, infatti ciò che differenzia un atteggiamento scorretto da un disturbo vero e proprio è la durata nel tempo.

1) IPERFAGIA PRANDIALE

  • Consiste nel mangiare grandi quantità di cibo, ma non è compulsiva, e si verifica con abbuffate ma solo durante i pasti

2) PILUCCARE

  • Questa è un'alterazione difficile da riconoscere e da correggere perché è un atteggiamento che persiste durante l'arco di tutta la giornata, e avviene in modo distratto e non consapevole. 
  • Chi ne soffre non si rende conto della quantità di calorie introdotte extra-pasto, calorie che possono essere elevate e determinanti per andare in sovrappeso

3) SINDROME DEL MANGIA E SPUTA

  • Una forma abbastanza rara ma esistente, che costringe la persona a trascorrere parte del suo tempo a masticare cibo ma non a deglutirlo

4) MANGIARE COME REAZIONI ALLE EMOZIONI

  • Tipicamente femminile, consiste in una reazione che spinge a mangiare per stabilizzare uno stato emotivo forte, di solito rabbia, ansia, noia, ma può essere scatenata anche da emozioni positive come l'eccitazione per l'attesa di un evento piacevole.
  • Per alcune persone è un vero e proprio sostitutivo di alcuni farmaci

5) SINDROME DELLA DIETA CRONICA

  • Una delle forme più comuni, che se spinta a livelli di esasperazione diventa una vera e propria ossessione.
  • In sostanza è il controllo esasperato di ciò che si mangia e del proprio peso, in individui che, pur non avendone coscienza, trovano problematico autolimitarsi nell'assunzione del cibo sia nella vita privata che in quella sociale

6) ORTORESSIA

  • Si tratta di una forma ossessiva che porta ala controllo delle regole alimentari, a una scelta particolare dei cibi e delle loro caratteristiche organolettiche, per paura di ingrassare o di non essere in perfetta salute

7) BIGOREXIA

  • Questo è un disturbo prevalentemente maschile che si focalizza sull'aspetto fisico, che deve essere tonico, con una massa muscolare molto sviluppata. 
  • Il disturbo è tale per cui anche quando riesce a raggiungere l'obiettivo desiderato il soggetto si percepisce sottopeso

Terminiamo l'articolo dandovi qualche altra informazioni sulle 2 patologie del disturbo alimentare più conosciute:

8) ANORESSIA

  • L'anoressia di solito inizia con una dieta al fine di migliorare la propria immagine.
  • Comporta il drastico rifiuto del cibo allo scopo di perseguire un ideale di magrezza irraggiungibile: la persona anoressica non si sente mai magra abbastanza.
  • Il corpo, ridotto all'osso, si fa teatro di una sofferenza interiore che le parole non riescono a dire. 
  • L'anoressia cela un profondo disagio che si tenta di mettere a tacere attraverso il controllo ossessivo delle calorie e del peso.
  • L'anoressia colpisce duramente il corpo, lo attacca nelle sue funzioni vitali e può condurre a gravissime conseguenze fisiche quali insufficienza renale, osteoporosi, alterazioni cardiovascolari, perdita dei denti e dei capelli.
  • Di anoressia si può morire.

9) BULIMIA

  • La persona che soffre di bulimia ha una bassissima stima di sé che deriva da un profondo vuoto interiore. 
  • Nel disperato tentativo di riempire questo vuoto è costretta, al di là della sua volontà, ad ingerire enormi quantità di cibo.
  • Il senso di colpa che ne deriva, costringe ad escogitare pericolose condotte eliminatorie quali vomito autoindotto, abuso di lassativi e diuretici.
  • La bulimia non è chiaramente visibile come l'anoressia, ma ha conseguenze altrettanto devastanti sulla vita e la salute di chi ne soffre.
  • Nella bulimia, quella che si instaura con il cibo, è una vera e propria dipendenza paragonabile a quella che lega il tossicodipendente alla droga.

PREVENZIONE

Per prevenire che un disturbo diventi una patologia bisogna:

  • Aumentare consapevolezza e capacità di riconoscimento dei disturbi dell’alimentazione nei medici di medicina generale e nei medici specialisti che possono imbattersi in queste patologie (per esempio, pediatri e ginecologi)
  • Aumentare le capacità di riconoscimento precoce dei disturbi dell’alimentazione nella scuola e nella famiglia
  • Migliorare la comunicazione tra le diverse istituzioni (famiglia-scuola-sanità)
  • Creare le condizioni per facilitare la domanda di aiuto nei centri specialistici per queste patologie

Potrebbe interessarti questo articolo correlato all'argomento:

COME COMBATTERE L'ANORESSIA CON IL BODYBUILDING

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'Alimentazione per chi si Allena al Freddo
01 Ottobre 2014

L'Alimentazione per chi si Allena al Freddo

Come e quando mangiare durante gli allenamenti "freddi"

Allenarsi al freddo porta con sé alcune sfide uniche per gli atleti che partecipano a sport invernali. Chiunque si allena nella stagione fredda deve prendere alcune precauzioni per stare comodo, sicuro, e comunque allenarsi ad un livello ottimale quando le temperature sono basse.

Olio Di Palma: Olio Buono O Cattivo?
21 Gennaio 2018

Olio Di Palma: Olio Buono O Cattivo?

Fatti recenti su quest'olio tanto discusso

L'olio di palma, ottenuto dal frutto della palma da olio (Elaeis guineensis), è uno dei grassi commestibili più diffusi al mondo. La palma da olio produce due tipi di olio: uno viene estratto dalla polpa del frutto (olio di palma) e l'altro dal seme o dal nocciolo (olio di palmisto).

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.