L'Importanza della Strategia per Dimagrire Velocemente

L'Importanza della Strategia per Dimagrire Velocemente

Non è facile ridurre il grasso corporeo a livelli ad "una cifra", molto spesso anche se si segue alla perfezione un valido regime dietetico e svolgendo molta attività aerobica. La questione è che l'attività fisica e l'alimentazione sono solo una parte del lavoro che dobbiamo svolgere per dimagrire davvero, o meglio, da sole senza la giusta strategia non è possibile raggiungere i risultati sperati.

Ma partiamo dall'inizio. Per prima cosa dobbiamo avere chiaro il concetto che dimagrire, per un obeso e per una persona che invece vuole passare da una condizione fisica accettabile ad una condizione diciamo perfetta (e stiamo parlando quindi di definizione) ha un significato ben diverso.

L'obeso, cioè quella persona anti-atletica e abituata nella maggior parte dei casi a mangiare in modo assolutamente sbagliato, necessiterà di una strategia alimentare meno complessa di quella a cui si dovrà sottoporre il bodybuilder che si vuole definire, e che mira ad obiettivi più "ambiziosi".

È chiaro quindi che il bodybuilder dovrà seguire un programma diverso dagli individui sovrappeso. In ogni programma di dimagrimento i risultati iniziali sono sempre veloci e promettenti (anche nel caso di soggetti obesi), poi però man mano che il soggetto si definisce le condizioni ormonali e metaboliche subiscono un cambiamento, rallentando o peggio ancora bloccando i progressi.

Questo succede perché il nostro organismo, dopo un periodo piuttosto prolungato di scarsa assunzione di cibo aumenta il cortisolo e altri ormoni immagazzina-grasso, abbassando il metabolismo; in questo modo, attivandosi i recettori immagazzina-grasso succede che si blocca il procedimento di definizione. Semplicemente il nostro organismo per difendersi si adatta, ed è qui che entra in gioco l'importanza della giusta strategia.

Quindi, se all'inizio abbiamo raggiunto risultati promettenti seguendo uno specifico regime alimentare e incrementando l'attività fisica, poi il lavoro viene vanificato o meglio bloccato da una sorta di adattamento del nostro corpo; per questa ragione è indispensabile adottare una variazione della strategia (sotto il punto di vista alimentare ma anche della routine di allenamento), da attuare almeno ogni 5 o 6 settimane.

Se in pochi davvero riescono a definirsi come veramente vogliono un perché ci sarà. Per raggiungere risultati importanti a livelli di gara è necessario variare spesso il regime dietetico e la tipologia di allenamento, lavorare duramente e non limitarsi ad un conteggio delle calorie e dei carboidrati o grassi, ma considerare variabili come gli enzimi brucia-grassi, gli ormoni, le cellule grasse e molti altri nutrienti; inoltre è bene considerare le ore di sonno e lo stress, che possono essere un'ostacolo alla definizione, perché entrambe sono in grado di influenzare in modo negativo la sensibilità all'insulina, mettendo in circolo maggiori quantità di quest'ormone immagazzina-grasso.

Bisogna selezionare altresì i cibi giusti per il nostro corpo, quelli che assimiliamo al meglio, soprattutto in una fase di dimagrimento dove l'alimentazione ha i rubinetti leggermente più ristretti. Inoltre bisogna allenarsi con astuzia, provando una tantum l'allenamento a digiuno (senza esagerare) per vedere di perdere un pò di massa grassa in più.

Quando l'alimentazione è corretta con l'obiettivo dimagrimento focalizzato, quando l'allenamento è ben strutturato, un'arma che potrete utilizzare per dimagrire sono gli integratori.

I Migliori Integratori per Dimagrire sono:

BRUCIA GRASSI TERMOGENICI

BRUCIA GRASSI SENZA STIMOLANTI

BLOCCA GRASSI

CARNITINA

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati