​Può L’allenamento Trasformare Il Grasso Cattivo In Grasso Buono?

​Può L’allenamento Trasformare Il Grasso Cattivo In Grasso Buono?

Una recente ricerca del 2013 sponsorizzata dalla American Diabetes Association e il National Institutes of Health ha rivelato una sorpresa su quello che si pensava circa il grasso buono e il grasso cattivo, quest'ultimo che gode di una “cattiva reputazione”, costringendo i ricercatori a ripensare sul modo in cui si considerano questi tipi di grassi.


Può L’allenamento Fisico Trasformare Del Grasso Cattivo In Grasso Buono?


Lo sapevate che il vostro corpo ha questi due tipi di grassi? Noi di ABC Allenamento ne abbiamo già parlato in altri articoli. Proprio come il grasso che si può consumare dagli alimenti, il nostro corpo è naturalmente costituito da entrambi i grassi buoni e cattivi. La domanda che i ricercatori si sono chiesti per anni è come possiamo aumentare la quantità di “grasso buono”, riducendo quello cattivo?


Il grasso corporeo o tessuto adiposo, come è noto in biologia, in realtà svolge diversi ruoli vitali all'interno del corpo. Oltre ad isolare il corpo ed ammortizzare gli organi interni, il grasso corporeo funge da accumulatore di energia e secerne ormoni come leptina e estrogeni. Il grasso bruno o tessuto adiposo bruno è considerato “grasso buono” ed è comune negli esseri umani, roditori e piccoli mammiferi. Una volta si credeva che il grasso bruno esistesse solo nei bambini, ma è stato poi scoperto recentemente anche negli adulti.


I ricercatori ritengono che il grasso bruno possa avere i segreti della perdita di peso di cui potrebbero beneficiare le persone in sovrappeso e quelle obese. Nei neonati e negli adulti, il grasso bruno in realtà genera calore per riscaldare il corpo quando è esposto al freddo. Per generare calore, il grasso bruno, che si trova principalmente nel collo e nella parte superiore del torace, brucia calorie attraverso un processo unico termogenico che aumenta il metabolismo basale (BMR).


Il grasso bruno è molto diverso dal tessuto adiposo bianco o grasso bianco che si sviluppa mediante una vita sedentaria in combinazione con una dieta errata. Una certa quantità di grasso bianco è utile e necessario per le funzioni corporee, ma sorgono dei problemi quando se ne accumula troppo all'interno del corpo. Elevati livelli di grasso bianco, grasso addominale in particolare, sono legati a diverse malattie tra cui l'obesità, malattie cardiovascolari, diabete e la sindrome metabolica. E, a differenza del grasso bruno, il grasso bianco non brucia calorie.


Può L’allenamento Trasformare Il Grasso Cattivo In Grasso Buono?


Una nuova ricerca offre la speranza…
Due studi eseguiti su topi ed esseri umani condotti dal Joslin Diabetes Center di Boston suggeriscono che l'esercizio fisico può effettivamente imbrunire il grasso bianco.


Gli studi hanno osservato che i topi che correvano su una rotella da esercitazione per 11 giorni e gli uomini che hanno intrapreso 12 settimane di allenamento su una cyclette, hanno subito una imbrunitura del loro tessuto adiposo bianco sottocutaneo che sembra aver portato a profondi cambiamenti nel modo in cui il grasso si è comportato nel corpo.


Il grasso bianco imbrunito si è comportato più come tessuto adiposo bruno e quindi era più termogenico e metabolicamente attivo del tessuto adiposo bianco. I ricercatori sono stati in grado di scoprire che questo grasso “nuovo” ha influenzato altri tessuti corporei quando trapiantato il grasso di allenamento-esercizio nei topi obesi. Lo studio (murine study) suggerisce che il grasso imbrunito è stato associato ad un aumento dell’assorbimento di glucosio, al miglioramento della composizione corporea, alla diminuzione della massa grassa e all’aumento della sensibilità all'insulina.


“I nostri risultati hanno dimostrato che l'esercizio fisico non solo ha effetti benefici sulla muscolatura, colpisce anche il grasso, ha detto il prof. Kristin Stanford del Joslin Diabetes Center. “E' chiaro che quando ci si allena, il grasso si imbrunisce e diventa metabolicamente più attivo. Pensiamo che ci siano fattori che possano essere rilasciati nel flusso sanguigno dal grasso sano mentre agisce su altri tessuti.”


Mentre i ricercatori non sono stati in grado di eseguire un trapianto simile negli esseri umani, essi credono che l'esercizio fisico gioca un ruolo importante.


“Sappiamo che l'esercizio fisico è un bene per noi”, dice il professore Laurie Goodyear, ricercatore dello studio, professore associato alla Harvard Medical School. “Ma quello che stiamo mostrando qui è che ci sono cambiamenti evidenti del grasso in risposta all’esercizio da allenamento. Questo non è il grasso che si trova intorno al vostro girovita, che è grasso cattivo e può portare a diabete e altre condizioni di insulino-resistenza. E’ il grasso che è sotto la pelle, il grasso sottocutaneo che si adatta in un modo che sembra avere importanti effetti metabolici.


Diversi studi sono stati condotti i quali concludono che 150 minuti (2 ore e 30 minuti) di attività fisica da moderata a vigorosa a settimana, possono essere sufficienti a migliorare la salute generale degli adulti.


Sulla base degli studi condotti dal Joslin Diabetes Center, altri ricercatori condurranno delle prove per indagare la correlazione tra esercizio e l'imbrunitura del grasso bianco. Nel frattempo ci sono alcuni preziosi dati che sono stati pubblicati. In primo luogo, se non pratica esercizio fisico, allora è il momento di iniziare. In secondo luogo, se già si è impegnati regolarmente nell’attività fisica, allora sicuramente si sta andando nella giusta direzione e fate quindi in modo di continuare su questa strada.


Il Grasso Bruno e la Dieta


Un certo numero di fattori dietetici influenzano la conversione del grasso bianco in grasso bruno, così come l'attivazione di grasso bruno per produrre calore.
L'assunzione di grassi animali diminuisce la termogenesi (generazione di
calore) rispetto al consumo di oli vegetali.
Il consumo di olio di pesce ha dimostrato di aumentare il grasso bruno negli animali da laboratorio. [ European Journal Nutrition 23 gennaio 2015]

L'accumulo di ferro aumenta il grasso bruno.
L'insulina è cruciale per lo sviluppo del grasso bruno. [ PLoS One Oct 14, 2014] dopo il trattamento con insulina è stato osservato un carico di ferro
nel grasso bruno. [ European Journal Istochimica 2003]

Agli animali carenti di ferro che è stato dato un supplementare ormone tiroideo, hanno mostrato un aumento della quantità di grasso bruno nei loro tessuti. [ Pediatric Research ottobre 1985]

Gli esperimenti dimostrano che è necessaria l'ossidazione dei grassi per la generazione di calore indotta dal freddo (termogenesi) in grasso bruno. [ Cellulare Reports gen 13, 2015]

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati